Biografia speciale: D'espairsRay parte 1

file - 09.09.2009 00:02

Vi presentiamo un “piccolo” speciale in tre parti per il loro decimo anniversario. Inizieremo con la storia dei primi sei anni dei D’espairsRay.

Parte 1 – La band e la sua storia: Anni 1999 – 2005

1999/2000
Il 9 settembre 1999 viene considerata la data di nascita dei +DéspairsRay+. Si potrebbe dire che avvenne con un tempismo perfetto, dal momento che la band precedente dei quattro ragazzi si era appena sciolta. HIZUMI (voce), KARYU (chitarra), 零-ZERO- (basso) e TSUKASA (batteria) si sono conosciuti alle scuole superiori. Ma fu il chitarrista KARYU a voler iniziare l’intera faccenda. Scelsero il genere visual kei poiché piaceva a loro l’idea di seguirne lo stile. D’altra parte, il visual kei offriva loro il terreno e l’ambiente perfetto per la loro ribellione e ovviamente per la loro musica. KARYU invitò a Tokyo i tre musicisti, dove si incontrarono in uno studio. Immediatamente registrarono i loro primi pezzi e quella sera decisero anche quale sarebbe stata la loro direzione musicale per il futuro. E si direbbe che avessero scelto quella giusta, visto che poco tempo dopo registrarono il demo ao, che venne distribuito a diversi live nel Dicembre 1999. Ma il 24 Settembre si tenne il loro primissimo concerto alla Takadanobaba AREA, ed i +DéspairsRay+ si esibirono davanti un gruppo di circa dieci persone, destinato a crescere con ogni nuovo live.

Pieni di energia e di vigore scrissero nuove canzoni in uno stile musicale industrial, e distribuirono due nuove canzoni alla gente per la fine di gennaio 2000: [S] yste [M] e Sakura. La seconda canzone venne compresa anche nel nastro omnibus SouND Beast, che uscì il 3 maggio 2000. Partirono per un tour, AN EXPERIMENT OF A HUMAN BODY che iniziò il 25 luglio e finì il 26 settembre. Nello stesso mese uscì il nastro numero quattro, intitolato RAZØR. Circa quattro settimane dopo, il loro primo singolo da indie, [Kumo] uscì sotto la XXX-Records, una sottoetichetta della Speed-disk. Il loro look visual di questo periodo era abbastanza cupo: indossavano abiti in pelle verniciata rossi e neri con pizzi, i loro visi erano pallidi e gli occhi marcati con eyeliner pesanti e colorati con lenti a contatto; anche per quanto riguarda gli accessori, indossavano collari borchiati e altre cose simili. L’uscita del singolo venne accompagnata da un breve tour, che iniziò il 29 ottobre a Ikebukuro CYBER e finì il 17 dicembre al Takadanobaba AREA. Verso la fine dell’anno vennero inclusi in un omnibus, HYSTERIC MEDIA ZONE. E solo pochi giorni dopo si esibirono nel loro ultimo concerto di quell’anno: il 31 dicembre al Takadanobaba AREA.

2001
Il 10 febbraio 2001 tennero un live al Nagoya BOTTOM LINE. Questo concerto fu il primo di un breve tour (che in totale contava quattro date) e che il 12 marzo era già finito. Non passò neanche una settimana che il tour promozionale per il nuovo singolo stava per cominciare. Dopo la fine di questo ci volle solo qualche giorno prima della nuova uscita. Ma all’inizio dell’anno fecero anche qualche nuova registrazione in studio. Lavorarono al loro secondo singolo, intitolato -genwaku-. La prima edizione del disco (limitata a 1000 copie) fu la prima e l’ultima a registrare il tutto esaurito nelle prevendite fino ad ora. La loro etichetta reagì prontamente, e per il 1 aprile non solo vennero messe in vendita la prima e la seconda edizione di questo singolo, ma anche la seconda edizione della loro prima uscita. Il desiderio di esibirsi all’estero si stava già formando così presto, ma allora non riuscì a trovare una realizzazione. Fecero qualche esibizione prima dell’uscita, soprattutto al Takadanobaba AREA. Poco dopo l’uscita, per essere più precisi il 7 aprile, tennero un live speciale nel luogo sopracitato. Ebbero appena il tempo di fare una pausa per poi tenere un sacco di altri concerti nell’area di Tokyo, nel periodo che occupava dalla fine di aprile fino a metà maggio. Per il primo di maggio vennero aperte le porte virtuali di murder freaks, il loro sito “semi-ufficiale”.

In estate tennero altri live ancora: il 29 giugno nel loro amatissimo Takadanobaba AREA, e il 12 luglio, assieme ad altre due band in un concerto three man, al Meguro-Rock-May-Kan. In seguito per il 19 luglio si tenne una prima esibizione ad un evento auto-organizzato, il [D]eep69[R]ed, al Takadanobaba AREA. Oltre ai live riuscirono a passare un po’ di tempo in uno studio di registrazione, per portare alla luce la loro nuova creatura. Il risultato può essere descritto come ribelle ed estremamente provocante. Si tratta infatti del loro primo mini-album, -TERRORS-, che vide l’uscita in luglio. I quattro musicisti si erano concentrati in nient’altro che annunci della Gestapo e titoli provocanti, come Facism. Il tour promozionale che accompagnava l’uscita del singolo, intitolato Tour – Nine TERROR SEEDS - iniziò il 19 luglio con un live al Takadanobaba AREA, per poi continuare verso Nagoya, Hiroshima, Sendai e Osaka. Questo tour si concluse inoltre con il primo one man dei +DéspairsRay+, in data 29 agosto al Takadanobaba AREA. In questo concerto finale che portava il titolo speciale Sixth TERROR venne distribuito gratuitamente ai fan il singolo intitolato allo stesso modo, in segno di gratitudine. Il singolo inoltre conteneva la loro prima ballata, [Monokuro] ni natta saigo no hi, nel quale KARYU suonava una chitarra acustica. Il loro look si modificò un po’ con questo nuovo album – divenne più aggressivo e cupo. In particolar modo l’aspetto di 零-ZERO- spiccava sugli altri: i capelli lunghi fino alle spalle, di un biondo arancio lasciarono spazio a extension nero-blu e ad una rasatura sul lato sinistro della testa. Gli abiti erano scuri (di pelle verniciata nera o tessuti consumati con accessori abbinati) e i loro visi molto pallidi, fatta eccezione per gli occhi enfatizzati.

All’estate movimentata seguirono alcuni piccoli concerti a Tokyo, Yokohama, Nagoya e Sendai, che talvolta registrarono il tutto esaurito. Il 29 novembre un two-man show si inserì nella lunga lista di concerti. Questa culminò il 31 dicembre con lo stylish wave COUNT DOWN’01-‘02 che si tenne allo Yokohama Bay Hall.

2002
Nel nuovo anno, più precisamente il 19 gennaio 2002, il continuo aumentare dei Mania (così vengono chiamati i loro fans) poté partecipare al secondo evento [D]eep69[R]ed vol.2 al Takadanobaba AREA, al quale seguì solo pochi giorni più tardi, l’uscita della cassetta appena concluso Ura mania theater (1,000 copie). La cassetta fu la prima pubblicazione che uscì sotto la casa discografica creata da loro, “MANIAC RECORDS”. I quattro musicisti avevano pensato ad un look davvero speciale: la cassetta si adagiava dentro la copertina di una cassetta VHS, ed il nastro stesso era contenuto in una videocassetta di carta. Il nastro conteneva le tracce di Valentine e il b-side di [Monokuro] ni natta saigo no hi della versione leggermente modificata Maniabreak Ver.. Il tour [mania theater] ne accompagnò l’uscita. Il tour consistette in nove live, con la tappa finale all’Osaka MUSE HALL il 9 marzo; destreggiandosi tra le date del tour, parteciparono inoltre ad un evento di Like an Edison, il 23 febbraio. Il loro look appariva differente in entrambe le canzoni, così come lo era il sound. Capelli dai colori brillanti, dal taglio femminile, trucco, lunghe unghie finte e costumi fatti di finta pelle, che comprendevano anche vera e maglie a rete.Nello stesso mese e nei due che susseguirono la band si esibì a decine di altri concerti, ma non così tanti come nei tour precedenti.

Il primo tour documentato venne pubblicato su VHS a maggio, permettendo ai fan di sbirciare più attentamente dietro le scene di questa straordinaria band. Nel frattempo il quartetto rimase occupato a lavorare sulla registrazione del nuovo singolo dal 1° all’8 maggio, mentre il 29 maggio si tenne un one-man intitolato SEXUAL BEAST allo Shibuya ON AIR WEST. Il 5 giugno vennero rilasciati il nuovo singolo SEXUAL BEAST (limitato a 2,000 copie) e la ripubblicazione del loro primo mini-album. Nel booklet si possono trovare delle illustrazioni manga disegnate da 零-ZERO- che ritraggono i suoi compagni di gruppo intrattenuti dai propri hobby preferiti. HIZUMI, che rimane chiuso fuori da una grotta, KARYU appeso ad un ramo come un pipistrello, 零-ZERO- intrappolato in una gabbia d’oro e TSUKASA dietro ad un cavalletto, con in mano pennello e tavolozza. Prima e dopo l’uscita del singolo si tennero svariati piccoli live al fianco della band dei Sindrome e dei Nightmare. Il look rimase, così come il loro amore per i tessuti di finta pelle nera, ma continuarono a focalizzarsi sul lato oscuro, nonostante il colore brillante dei capelli. A 零-ZERO- sembrava piacere quel look femminino, poiché assomigliava veramente ad una donna.

Solo un mese più tardi (a luglio), la seconda stampa di SEXUAL BEAST era pronta per essere messa in vendita nei negozi. Nel booklet di quest ultimo fece il suo debutto il gatto nero di KARYU, Ryutarou. Il photoshoot si ispirava al mondo delle favole e ad i suoi costumi e colori fantastici: HIZUMI divenne un mostro verde a scaglie, KARYU indossava un costume di velluto nero con un cappello intonato, davanti ad un pentolone pieno di bolle di quelli che si trovano nelle cucine delle streghe, 零-ZERO- da Biancaneve con la sua famosa mela rossa avvelenata, capelli scuri e guanti particolari, mentre TSUKASA vestiva un abito da arlecchino.

Ovviamente, si presero un po’ di tempo per dedicarsi a delle nuove registrazioni: dal 23 febbraio fino al 18 agosto si occuparono delle registrazioni per il loro singolo omnibus. In estate ci fu nuovamente un breve tour – incluso qualche two-man live con i Sindrome o i deadman - ed un evento, organizzato dalla Takadanobaba AREA, dove avrebbero suonato al fianco di molti altri artisti. L’8 settembre uscì finalmente il singolo sovracitato, Ori no naka de miru yume (limitato a 3,000 copie), ed in una delle tracce vennero menzionati per la prima volta sotto il nome di ANIMAL MANIA, la band alter ego dei +DéspairsRay+.

Gli ANIMAL MANIA nacquero come sorta di gioco, ma per via del loro concept non abbastanza sviluppato non durarono a lungo. I quattro musicisti non riuscivano a mettersi d’accordo sul chi avrebbe suonato tale strumento e chi avrebbe cantato. In alcuni encore i quattro entravano in scena con addosso costumi di animali, suonando due o tre canzoni. Di volta in volta si scambiavano anche i ruoli, ma finivano per lo più con il mantenere la solita formazione. Tutti quanti mantennero il proprio nome, attaccandoci però “animal” alla fine (ad esempio: HIZUMI-animal). A settembre e ottobre vennero inseriti insieme ad altri artisti su due compilation album omnibus: SHOCK JAM CD Edition.1 e Shock Edge 2002, oltre all’aver partecipato a qualche piccolo live. L’album pubblicato a settembre era più che altro un’edizione speciale, che includeva degli stickers e non solo il disco.

All’inizio di novembre la Takadanobaba AREA invitò il gruppo a suonare, e nella mezzo dello stesso mese i +DéspairsRay+ si esibirono con Iroha, ViViD, S e molti altri artisti a Sapporo Pennyland. Il 23 suonarono a al Kyoto MUSE HALL con colleghi del genere, Nightmare, NUDE, Doremidan, PERSONA ed i Kra su cartelloni per loro importantissimi. Entro la fine di novembre la band partecipò all’evento sold out Chikashitsu de mania-tachi mikkai al Meguro Rock May Kan. Per la maggior parte del mese di dicembre passarono le giornate in tour, interrotti solo dalle registrazioni del venturo singolo dall’8 all’11 dicembre. Altri due importanti eventi riuscirono ad inserirsi nei programmi dei quattro ragazzi per quel mese, l’ultimo dei quali per la fine dell’anno all’ON AIR OSAKA, il 28 dicembre.

2003
Intorno a quest anno la band pensò seriamente ad un possibile scioglimento. Vi era un disaccordo riguardante il loro futuro stile musicale e se ai fan piacesse o meno – tempi duri, così KARYU li descrisse. Riuscirono comunque a risolvere le cose tra di loro e a programmare le nuove guide linea per il futuro. Così il 2003 divenne un anno davvero carico di emozioni – pieno di agitazione e decisioni. Oggi (o meglio fino al 2006) sono spesso seduti assieme a parlare liberamente delle loro immaginazioni, dei processi di composizione, dei testi e così via – tutti quanti fanno proposte. Perciò le canzoni attuali sono influenzate dallo spirito e dall’influenza di ciascun membro. Anche qualcos altro è cambiato: in passato i miglioramenti o il cambiare delle canzoni restava fermo in primo piano per questo motivo alcune canzoni ritornarono, con una nuova lucentezza), ma più tardi i musicisti non enfatizzarono per questo genere di piani.

Oltre alle molte sessioni di registrazione in studio, i +DéspairsRay spesero un sacco di tempo per molti concerti ed eventi al fianco di svariati musicisti. Dopo la conferenza (intorno a febbraio) tutto quanto stava procedendo liscio come l’olio di nuovo. I mania vennero presentati con la pubblicazione del secondo Ura Video ed il cosiddetto singolo segreto Itanji uscì a gennaio. L’aspetto più caratteristico di questo singolo era il suo design semplice ed il fatto che ne il nome dell’artista e ne il nome dello scrittore del testo vennero rivelati. Tutto ciò che compariva erano solo un paio di punti di domanda. I mania poterono prendere il singolo gratuitamente ad uno dei loro concerti. Interessante come il singolo venne pubblicato un mese più tardi sotto diverso nome e con incluse altre tre tracce come ad esempio MaVERiCK (limitato a 5,000 copie). I quattro hanno sempre descritto questo singolo come il singolo del loro cambio di stile musicale. Anche i fans sembrarono apprezzare questo cambio, perché il singolo dovette essere ristampato solo un mese più tardi. Sebbene piccola, una stampa poco appariscente lo prova: “Questa è la prova dell’esistenza”. La fine prese posto tra il 13 e il 22 gennaio.

La prima grande crisi era alle porte! Il primo grande concerto in casa dal titolo -Pregnancy eight months- seguì l’uscita ed i ragazzi furono parecchio occupati nell’appendere poster promozionali alle porte, oltre che al pinzarne su diversi scaffali in molti CD shop di loro mano. Il tutto lo si può vedere su un tour documentario, dove si può anche vedere come si divertirono un mondo giù dal palco, come ad esempio nelle bevute tutti assieme o il tempo passato nelle stanze da gioco. Dal 14 febbraio al 3 aprile furono in tour. Dal lato estetico abbandonarono la pelle finta e fecero largo a costumi di Coeur de Roi, con un sacco di corde, materiale nero e, nel caso di HIZUMI, un sacco di pelle di serpente.

Non intenzionati a rallentare, tennero un one man il 27 aprile allo Shinjuku LIQUIDROOM – nell’encore di questo show si firmarono sotto il nome di KARYU.H Jungle with T.com. Suonarono in questo ordine: KARYU (voce), 零-ZERO- (guitar), HIZUMI (bass) and TSUKASA sedeva dietro il suo set di batteria. Solo pochi giorni dopo l’inizio del mese seguente erano nuovamente in tour.

Il 5 maggio comparvero in uno show televisivo, su Saitama TV’s “Hot Wave”, promuovendo la seconda stampa del singolo MaVERiCK. Tennero inoltre un nuovo Mania-tachi hikashitsu de mikkai vol.3 al Takadanobaba AREA (23 maggio). Per la fine del mese suonarono all’evento stylish wave’03 Mega Force a Shibuya Kokaidou.

Solo qualche concerto più tardi, il 19 giugno, fu possibile vederli insieme ai Schwarz Stein ad un two man live al Takadanobaba AREA. E così l’estate passò: dal 17 luglio fino al 2 di agosto il gruppo programmò il loro Mania no JIN tour, che fu quasi accompagnato in simultanea dallo stylish wave’03 Natsu no JIN tour, che incominciò il 22 luglio. Dopo di che, seguì un breve tour intitolato ~Doom & Gloom~ (il 13 e 20 settembre ed il 2 di ottobre). E’ chiaro che per via di quel tour così tirato rimase poco tempo per le registrazioni in studio, ma nonostante tutto annunciarono una nuova uscita intitolata Gärnet. Prima che questo singolo uscì nei negozi, la prima pubblicazione di Zy.FORCE aspettava di uscire. Su quel disco, limitato a 2,000 copie, vi erano footage dello stylish wave’03 Natsu no JIN del 2 agosto. Il 12 novembre arrivò finalmente la data della pubblicazione: il singolo uscì e finì dritto al primo posto delle classifiche Orion indies chart.

Ci furono tre piccoli cambiamenti all’interno della band allora. Lo stile ed il nome subirono un piccolo ma fine cambio - +DéspairsRay+ divenne solo DéspairsRay; passarono poi alla SWEET-HEART Co.;LTD. (una sottoetichetta della UNIVERSAL MUSIC) ed il loro sito definitivo aprì. Il loro primo sito web venne messo offline verso la fine del 2004. Quasi nello stesso momento filmarono il loro primo vero clip musicale. Tornarono al nero, alla pelle finta e ai colori scuri, senza però enfatizzare troppo i loro occhi; solo il colore dell’iride era nascosto dietro il bianco delle lenti a contatto, creando così un’incredibile immagine visual, che si adattava al sound scuro del singolo.

Nuovamente la pubblicazione venne inclusa in una serie di performance ad eventi. L’ultimo evento e probabilmente il più importante per la band si tenne il 28 dicembre – il Beauti-fool’s Fest 03 al TOKYO BAY NK HALL, dove suonarono al fianco di miyavi, deadman, Gazette e molti altri.

2004
Un anno turbolento era appena finito e per i quattro musicisti stava per arrivarne un altro altrettanto emozionante. Durante i primi quattro mesi del 2004 tennero alcuni concerti e si esibirono ad eventi, tra i quali il loro one man tour Garnet... ~Sennou shite xx e~ o la partecipazione allo stylish wave CIRCUIT’04. Tuttavia riuscirono ugualmente a trovare il tempo per nuove sessioni di registrazione, durante le quali lavorarono duramente al loro secondo mini album.
BORN uscì il 28 aprile nella sua sfavillante edizione limitata che non comprendeva solamente il PV nel bonus DVD, ma anche un brano in più. Inoltre riuscirono ad ottenere la partecipazione di SUGIZO (LUNA SEA) durante le loro registrazioni; infatti l’introduzione a violino di Marry of the blood venne suonata proprio da lui. Naturalmente l’uscita si trasformò in un altro tour (DEEP SWEET INSIDE 04) e in diversi eventi. I loro capelli si allungavano (grazie alle extensions) e si coloravano; anche le canzoni divennero multi-sfaccettate. Oltre alla già citata Marry of the blood potete trovare nell’album brani chiaramente più melodici come BORN che da il titolo all’album, quarter void e Yami ni furu kiseki (la loro seconda ballata).

E poco prima che uscisse la seconda edizione della’album il 21 luglio (nel quale la canzone murder freaks presentava una versione leggermente differente) la band stava girando il suo secondo video musicale: BORN. HIZUMI, Karyu, ZERO e TSUKASA suonavano in un’atmosfera sinistra e cupa, scatenandosi all’interno di un tunnel pieno di nebbia. Da agosto fino alla metà di settembre ci fu un nuovo tour in lista. Mentre questo era in corso parteciparono anche al LIKE AN EDISON PRESENTS “EDISIDE~Tokyo sen~”, che si tenne al Shibuya O-EAST il 16 agosto, assieme a band come An Cafè, Vidoll, Fatima, Shulla, D e alice nine.. Il video musicale di cui si parlava sopra venne inserito nell’edizione limitata della loro uscita successiva, -GEMINI-.

Il singolo, uscito il 1 settembre, conquistò il secondo posto nelle classifiche indie. Le due canzoni [Fuyuu shita risou] e Reddish – DIVA version- avevano a che fare con il "ryoukyotan" - i due estremi - del tema "estate". Il compositore di ogni canzone ha lavorato su questa tematica a modo proprio: infatti mentre l’aggressiva [Fuyuu shita risou] di Karyu suggerisce l’idea di spazio aperto (quindi per parlare di estate all’aria aperta), TSUKASA si dedicò all’immagine dell’estate dentro un luogo chiuso. Inoltre -GEMINI- fu il primo singolo che uscì in due edizioni: una limitata che conteneva un DVD bonus (vedi sopra), e un’edizione regolare con solo il CD. Seguì un one-man tour concettuale aggiuntivo. Questo venne suddiviso dai DéspairsRay in tre concerti intitolati rispettivamente Bloody marry Day il 16 settembre (all’OSAKA MUSE), Furachi na toiki Day il 17 settembre (al Nagoya ell.FITS ALL) ed infine murder Day il 23 settembre al LIQUIDROOM ebisu di Tokyo.

Poco tempo dopo scelsero di correre un grosso rischio, ovvero di sbarcare all’estero! Il 30 ottobre suonarono a Berlino (Germania) iniziando così il tour Wollust ward dem Wurm gegeben , che il giorno dopo prevedeva una tappa a Parigi, Francia. Entrambi i concerti registrarono il tutto esaurito e da entrambe le parti l’accoglienza fu eccezionale, tanto che i DéspairsRay subito dissero: “Torneremo!” Nonostante avessero trascorso solo due giorni all’estero facendo altrettante esibizioni, da questa esperienza raccolsero nuove impressioni inebrianti, che ispirarono Karyu e TSUKASA a comporre altra musica. Inoltre il tour europeo fece sperimentare loro una nuova sensazione: finalmente si sentivano veri! Gli spettatori europei si trovarono davanti una band visibilmente cupa, con i componenti dall’aspetto androgino ma carismatici e pieni di energia – il look dei DéspairsRay puntava su costumi neri e rossi, e sull’uso di lenti a contatto bianche. In un certo senso si può affermare che i DéspairsRay siano stati i pionieri della scena VK all’estero, poichè grazie al loro coraggio di esibirsi in un paese straniero, molte altre band seguirono il loro esempio dopo aver visto il successo che avevano ottenuto.

Il 20 novembre per la gioia dei fan si esibirono al Takadanobaba AREA in Chikashitsu de mania-tachi mikkai, e sei giorni dopo anche a Kyoto. In dicembre invece, per essere precisi il 15, i quattro musicisti suonarono al Kawasaki CLUB CITTA’.

2005
"Non fare le cose a metà" è stata probabilmente l'idea-base del 2005. Non può essere descritto in altro modo il loro lavoro all'estero, ma prima di dirigersi oltreoceano, i loro fan giapponesi si sono potuti godere un concerto il 7 gennaio allo Shibuya O-WEST. In primavera - la stagione preferita della band - c'è stata un'altra sessione di registrazione. Il risultato è stato il loro primo album [Coll:set], pieno di nuovi suoni. Ma prima, il DVD live del concerto murder Day tenutosi nell'anno precedente, fu pubblicato il 1 aprile in due versioni. L'edizione limitata aveva una card speciale autografata, e il video e le scene tagliate di Reddish -DIVA version- si potevano trovare in entrambi i dischi. Ancora prima dell'uscita del DVD, ci sono stati due tour. Il primo, chiamato One-man Live Tour 2005 [fifth Coll:set], consisteva di cinque concerti, iniziati il 15 maggio a Sendai Hook e terminati il 28 maggio allo Shibuya O-EAST. Poco dopo, gli americani hanno potuto vedere quattro concerti. L'US Tour 2005 -Infectious I Mania- è iniziato il 30 maggio a San Jose e pochi giorni dopo il primo viaggio negli Stati Uniti è finito con due concerti il 2 e 4 aprile a Dallas, Texas. Sempre al loro fianco, il manager Naoya Sato - era leale e si univa spesso a loro nei loro momenti di stupidità.

Il primo tour americano ha avuto anche altri buoni risultati: i quattro membri dei DéspairsRay sono riusciti a fare amicizia con le due band americane TRASH LIGHT VISION e soundevice (suonando insieme in varie città). E poi, il 15 giugno, l'edizione limitata di [Coll:set] uscì con un booklet e una confezione speciale. Chi ascoltava veniva catapultato in un mondo di suoni completamente nuovi: canzoni completamente inaspettate, varie e con più sfaccettature come "Forbidden" o il lavoro di gruppo Tainted World (che è stata la prima canzone in cui i membri hanno lavorato tutti assieme al testo). Il loro stile visual includeva lenti colorate bianche o blu; e vestiti neri di raso e pizzo. A causa dei vestiti e un certo tipo di canzoni come in vain sono stati etichettati in fretta come gothic rock (anche se questo succedeva già prima, [Coll:set] ha rafforzato l'idea). Inoltre i quattro non hanno avuto a che fare o non hanno spiegato bene il genere "gothic" neanche oggi. Due settimane dopo i DéspairsRay hanno pubblicato anche la versione regolare, e sono arrivati al numero 8 in classifica. Il cosiddetto Premium One-man Tour [Secret Coll:set] è partito dal 29 luglio, consistente in quattro concerti ed è finito presto il 2 agosto. Nascosta nel mezzo, il 30 luglio, c'è stata la loro performance allo stylish wave CIRCUIT’05 Manatsu no kyou en al CLUB CITTA' di Kawasaki.

Appena un giorno dopo, sono stati sul palco con i Gargoyle e dall'8 agosto assieme ai D. Nel tour finale, se si può chiamare così, dato che era il Mad tea party vol.7 (un evento organizzato dai D), hanno suonato accanto a D, Vidoll e Phantasmagoria al LIQUIDROOM ebisu. Il 17 settembre il concerto al SWEET EXTRA 2005 -ON THE BORDER- era favorevolemente in programma, ed è stato tenuto allo SHIBUYA-AX. Sembrava che i quattro avessero preso gusto anche in questo, dato che il 6 ottobre è partito il kagerou x DéspairsRay COUPLING TOUR 2005~Ryuugai no kannou~ a Kawasaki. A metà mese la seconda stampa del loro singolo di successo Gärnet è apparso nei negozi. Inoltre alla fine di quel mese hanno viaggiato in compagnia - assieme ai kagerou - in giro per l'Europa e hanno visitato Monaco, Germania il 21 e il 23 Parigi, Francia. Inoltre hanno sfruttato l'occasione per firmare un contratto con la Gan-Shin, un'etichetta j-rock tedesca. Il caposaldo per la conquista del mondo era stato fissato! Si sono concessi solo quattro giorni di riposo finchè non è stato programmato un nuovo viaggio all'estero - un nuovo tour americano, chiamato -Infectious Mania Act II-, dove hanno visitato la costa occidentale. Con quel tour abbastanza lungo, il loro senso dello stare uniti si è rinforzato, perchè si sono trovati principalmente rinchiusi assieme in un bus facendo così un nuovo cambiamento interiore. Mentre prima vedevano solo aspetti negativi degli altri membri della band, hanno iniziato a trovare i vantaggi dell'avere dei colleghi. Alla fine questo ha aiutato la loro simpatia l'uno verso l'altro, sono diventati più uniti e i vari pensieri sullo scioglimento, che gravavano ancora sulle loro teste come spade di Damocle, sono svaniti nel nulla.

Nel frattempo in Giappone SHOCK WAVE CD the SELECT -un best of dei vari Shock Edge e Shock JAM - è uscito sul mercato. I DéspairsRay erano presenti all'album uscito a fine ottobre con la loro dinamica e aggressiva [Tatoeba] kimi... ga... shinda... ra....

Sono tornati a casa, nello studio di registrazione e sui cartelloni dei locali all'inizio di novembre. Nel loro fitto programma è stato incastrato l'evento threeman THREE IN THE BLACK. Hanno partecipato assieme ad ISABELLE e Közi il 14 novembre allo Shibuya O-EAST. Alla fine di dicembre il tour è stato seguito da eventi come -Degrade to Maniac- con i Phantasmagoria (un coupling live), EDISIDE kyokugatsu no JIN (un evento organizzato dalla Like an Edison) con varie band VK, Blak X'mas e BEAT SHUFFLE LIVE SIDE 2005 ~7th Anniversary~, dove erano fra gli artisti più in vista assieme a MUCC, Nightmare, Sid e Merry. Ma non avendone abbastanza di essere sotto i riflettori, un ultimo live si è tenuto all'Omiya Sonic City il 30 dicembre.


Gli anni dal 2006 ad oggi arriveranno presto!
oggetti collegati
artisti collegati
commenti
blog comments powered by Disqus
temi collegati

Biografie Speciali

annunci
  • euroWH
  • Chaotic Harmony