Intervista con i Moon Stream

intervista - 01.12.2011 00:00

Satsuki e Tomo ci hanno parlato dei piani che questa nuova band ha in programma, della loro musica e delle esperienze fatte negli Stati Uniti.

Moon Stream è una nuovissima band creata da Satsuki, ex cantante dei RENTRER EN SOI, e Tomo, chitarrista degli Echostream. Il gruppo ha fatto il suo debutto a giugno, durante la Kintoki-con in California. Tra i loro programmi ci sarà anche la partecipazione ad un'altra anime convention ad Atlanta per settembre, così abbiamo deciso di fare a Satsuki e Tomo alcune domande riguardanti il loro nuovo progetto ed i piani per il futuro.


Grazie per averci concesso questa intervista. Potete presentarvi a vicenda come componenti del gruppo, ma anche dirci qualcosa sulla personalità dell'altro?

Tomo: Satsuki è il vocalist. Satsuki è un principe.

Satsuki: Tomo è il chitarrista, lui è sexy.

Come vi siete incontrati e cosa vi ha fatto decidere di creare i Moon Stream?

Satsuki: Siamo stati guidati dal destino.

Tomo: Guidati dalla natura.

Quali sono state le prime impressioni sull'altro quando vi siete incontrati per la prima volta?

Satsuki: Tomo è come un bravo fratello maggiore.

Tomo: Satsuki è avvolto da un'aura particolare.

Dato che i Moon Stream non hanno ancora pubblicato nulla, potreste descriverci com'è la vostra musica e quale concetto seguite?

Satsuki: Voglio creare canzoni che possano rendere tutti entusiasti durante i nostri concerti.

Tomo: Voglio far uscire canzoni che riescano a creare l'atmosfera adatta per un concerto.

Componete entrambi le musiche e le liriche per i Moon Stream, oppure sono ruoli divisi?

Tomo: Mi piacerebbe creare canzoni da diversi punti di vista. Voglio vedere diverse possibilità che ancora non ho scoperto.

Satsuki: A quel proposito voglio mettermi alla prova il più possibile.

Cosa vi ispira a creare canzoni?

Satsuki: Trovo l'ispirazione quando sto guardando la luna e quando mi trovo nella stanza di Tomo.

Tomo: Quando è notte e faccio una passeggiata. Durante momenti in cui sono rilassato, quando mi guardo dentro.

Avete già in programma di registrare e di pubblicare qualcosa prossimamente?

Satsuki: Voglio iniziare a registrare presto.

Tomo: Dato che abitiamo in posti diversi è piuttosto difficile, ma farò del mio meglio per mandare a tutti dei nuovi pezzi il prima possibile.

Nel frattempo, Satsuki lavora alla sua carriera solista mentre Tomo fa parte degli Echostream, come trovate il tempo per lavorare a tutti questi progetti?

Satsuki: Riesco a trovare del tempo in qualche modo, dato che faccio sul serio con entrambi i progetti.
Tomo: Tolgo delle ore al sonno per riuscirci (ride). Beh, in verità solitamente non dormo molto comunque. Voglio lavorare di più a diversi generi musicali e voglio scoprire molte più cose da poter realizzare.

E' una vita impegnata quella da musicisti; cosa fate per rilassarvi?

Satsuki: Mi faccio un bagno.
Tomo: Candele aromatiche.

La vostra esibizione di debutto è stata alla Kintoki-con in California. Quali sono state le vostre impressioni al riguardo?

Satsuki: Avrei voluto rimanere con tutti quanti più a lungo.
Tomo: Fantastico! Ho sentito di aver fatto qualcosa di grande.

Perché avete scelto di fare il vostro debutto negli Stati Uniti piuttosto che in Giappone?

Satsuki: Perché amo l'America!
Tomo: Uno dei motivi è il semplice tempismo, un altro motivo è il fatto che volessi venire a contatto con la potenza del pubblico americano, che ricevo più direttamente, per guadagnare così l'energia da dedicare alle nostre prossime attività.

Alla Kintoki-con avete incontrato svariati ammiratori durante le sessioni autografi ed i meet and greet. Com'è stata per voi questa esperienza?

Satsuki: Mi sono divertito quando abbiamo incontrato i fan.
Tomo: Ho ricevuto così tanto incoraggiamento.

Alla convention avevate un “pannello di laboratorio musicale” dove componevate una canzone sul posto. Com'è stato, non era snervante comporre una canzone di fronte al pubblico?

Tomo: Volevo realizzare questo pannello per le persone che si sentono “voglio fare musica ma non so da dove partire”, per cantare con coraggio, ed incoraggiarli a loro volta ad iniziare. Volevo dire alle persone “Nessuno era professionale all'inizio. Nessuna canzone è davvero perfetta all'inizio”. Inoltre, volevo che chiunque si “divertisse” con la “musica”.

Satsuki: Vorrei che tutti apprezzassero la musica attraverso la nostra musica. La musica è divertimento. Ed altrettanto divertenti sono i concerti dei Moon Stream. Perciò mi raccomando, venite a sentirci!

Potete raccontarci qualcosa sui componenti di supporto che hanno suonato con voi al Kintoki-con? Ho sentito dire che è stato il loro primo viaggio negli Stati Uniti; come l'hanno vissuta?

Satsuki: Ena, il bassista, adora le ciambelle. U-YA, il batterista, adora la birra. Loro suonano con me per i miei concerti in Giappone, per cui possiamo fidarci molto. E' questo il motivo che li ha resi componenti di supporto anche per i Moon Stream. Sono felice che abbiano potuto venire in America. Sebbene non sappiano parlare inglese (ride).

Tomo: Più di quanto mi aspettassi, è sembrato che fossero a loro agio con l'America. Grazie a tutti i fan ed allo staff.

Satsuki, sei stato negli Stati Uniti diverse volte. Quali città o quali posti (da visitare) ti sono piaciuti di più fino ad ora, ed in quali altri posti ti piacerebbe andare se ne avessi la possibilità?

Satsuki: Adoro Los Angeles e New York City. Ma vorrei davvero molto tornare nuovamente a NYC.

Tomo, è da qualche anno che vivi negli Stati Uniti ormai. Dove raccomanderesti di andare a Satsuki?

Tomo: Vorrei molto che venisse per fare un concerto a New York City con me.

Vivendo in paesi diversi, come effettuerete le registrazioni? Registrerete in entrambi i paesi?

Satsuki: Sarà possibile per me incontrare Tomo più spesso da adesso in poi, perciò probabilmente saremo in grado di registrare insieme. (ride)

Tomo: Visto che certe volte faccio ritorno in Giappone potrò incontrare Satsuki più spesso, in questo modo saremo in grado di registrare insieme e nello stesso paese. Inoltre l'altro mio progetto in Giappone chiamato “Alias” sta registrando separatamente, in diversi paesi ed aree. Io penso che in questa società globale si possa fare buona musica a dispetto di qualsiasi posto in cui ci si trovi.

Satsuki, oltre al tuo lavoro con i RENTRER EN SOI, hai fatto uscire anche una pubblicazione come solista. Quali sono per te, alcune delle differenze chiave tra il lavorare con una band e come artista solista?

Satsuki: Come solista, c'è libertà completa. E c'è una stanza per il footwork.

E' da un po' che i RENTRER EN SOI hanno fermato le attività. Da quel momento in poi, come sei cresciuto come musicista e personalmente?

Satsuki: Ascolto molti generi musicali, guardo molti film, tutto da solo. Da questi lavori d'arte traggo ispirazione così da poter crescere di più.

Satsuki, abbiamo sentito che stai studiando l'inglese. Quali sono alcuni dei punti più facili o più difficili dell'imparare l'inglese?

Satsuki: La differenza tra le R e le L è davvero tosta...

Tomo: Ma sta migliorando così velocemente... (sorpreso)

Qual'è il prossimo passo dei Moon Stream?

Satsuki: Atlanta!

Tomo: Penso sia già stato annunciato, ma andremo all'Anime Weekend Atlanta. Per maggiori informazioni date un'occhiata alla nostra Moon Stream facebook fanpage! facebook.com/MoonStreamOfficial.

Per finire, lasciate un messaggio per i nostri lettori per favore.

Satsuki: Incontriamoci di nuovo!

Tomo: Supportateci per favore! Ci vediamo al nostro concerto!


JaME ringrazia i Moon Stream e Rubab Rizvi per aver reso possibile questa intervista.
artisti collegati
concerti ed eventi collegati
Moon Stream 30/09

Moon Stream
Atlanta, GA - United States of America
Cobb Galleria Centre
commenti
blog comments powered by Disqus
galleria collegata
annunci
  • SYNC NETWORK JAPAN
  • euroWH
  • Chaotic Harmony