Intervista con i BLACK LINE

intervista - 24.11.2012 10:57

I BLACK LINE parlano della loro formazione, del tour imminente in Europa, delle loro conoscenze dei paesi che visiteranno ed altro ancora.

Anche se non è passato nemmeno un anno dall'inizio delle attività dei BLACK LINE, la band ha già attirato l'attenzione non solo a livello nazionale ma anche all'estero. Ciò non è dovuto al fatto che molti conoscono due dei membri dalla loro band precedente, i Dio, ma la musicalità dei BLACK LINE ha molto da offrire agli ascoltatori da tutto il mondo. La band si è seduta con noi per parlare della loro formazione, della loro prossima uscita e del tour Europeo che durerà più di due settimane con dodici spettacoli in sette paesi.

Questa è la prima intervista con i BLACK LINE. Per favore potete dirci qualcosa del vostro concept?

Yudai: E' BLACK LINE- come un confine che non può essere toccato da nessuno.

Mikaru: C'è un senso in "linea", che è stirpe o lignaggio, e c'è anche un significato come in un percorso di una nave o di un aeroplano. Questi due significati insieme con "nero" formano un "lignaggio nero", si uniscono all'oscurità. E per quanto riguarda il significato di percorso, è come una linea tagliente attraverso il nero pece del mondo delle tenebre.

Syu: Come una linea che fende il buio, che si tende verso la luce.

Mettete questo tipo di concetto nelle vostre canzoni?

Syu: La fuzione di un suono caldo ed attraente, linee melodiche ed orecchiabili e testi che possono allietare chi ascolta sono il nostro concept caratteristico.

Potete dire ai nostri lettori che non capiscono il Giapponese alcuni dei temi ricorrenti nei vostri testi?

Mikaru: SHOW TIME è una canzone che abbiamo scritto quando abbiamo cominciato con i BLACK LINE, quindi comprende il significato dell'inizio dello spettacolo per la band. Il contenuto del testo è molto ottimista ed è una canzone positiva per tutti. La seconda canzone, GLAD EYE, è una scena da una notte erotica. La terza canzone, DEEP INSIDE, è una canzone di vampiri.

Syu e Mikaru, avete suonato insieme nella band precedente, i Dio. Come avete incontrato Yudai e Jun?Potete raccontarci della vostra formazione per favore?

Syu: Dopo che i Dio si sono divisi, ho ricevuto una telefonata d'amore appassionata da lui (indica Mikaru), ed ho risposto al suo entusiasmo così abbiamo deciso di fare una band insieme. Abbiamo cominciato a cercare per un chitarrista e bassista che potessero rispondere ai nostri caldi sentimenti. Abbiamo incontrato dozzine di persone, siamo andati in studio a provare a suonare insieme, ed abbiamo incontrato Yudai, con il suo buon senso di scrittura, ed il simpatico Jun.

Yudai: Syu mi ha chiamato ogni giorno ed ogni notte per tre giorni chiedendomi di suonare con lui, quindi dal momento che me lo chiese a questo modo sono andato in studio. E lui non si ricordava la mia faccia (ride).

Syu: Storia vera, anche se presumibilmente ci eravamo incontrati prima. La prima volta che ci siamo incontrati in studio lui era già dentro ma lo ho completamente ignorato.

Jun: Sono stato anche io in studio a quel tempo, e questa persona mi ha completamente ignorato. Anche se ero vestito abbastanza appariscente, Syu mi ha trascurato.

Yudai: Si, quando sono andato in studio per la prima volta, Jun era li. Nei posti più lontani dello studio c'era questo ragazzo biondo con abiti in stampa leopardata, e sul lato opposto c'ero io che mangiavo un McDonalds, e con questa stramba distanza tra me e lui, siamo stati in silenzio mentre il tempo passava. "Deve essere lui! Deve essere lui!" (ride)

Jun: Dopo che tre di noi si sono uniti, con un po' di ritardo, cinque o dieci minuti dopo, lui (Mikaru) è arrivato lentamente. "Quindi lui è Mikaru!" ho pensato.

Syu: Questo è stato il nostro primo incontro.

Yudai: "Quindi questo (Mikaru) è come è un Vampiro Giapponese!" "Quindi questo (Syu) è un Syumurai Giapponese!" "Quindi ci sono persone Giapponesi così carine (Jun)!" ho pensato (ride).

Syu: E' stato un incontro memorabile.

Yudai: Anche se sembra che io non sia davvero rimasto nella vostra memoria (ride).

Dopo lo scioglimento dei Dio, c'è stato un annuncio riguardo la formazione dei DIGRAS. Cosa è successo a quel progetto?

Mikaru: Stavamo per partire con i DIGRAS ma poi ci siamo mangiati gli altri membri.

Syu: Erano gustosi...

Mikaru: Così è scomparso.

Yudai: Perchè sono vampiri. Loro mangiano le persone.

Syu: Avevano un sapore leggermente acidulo, ma erano gustosi. Quando fummo pieni abbiamo pensato che dovevamo cercare altri membri, ed è così che siamo arrivati alla formazione dei BLACK LINE.

Yudai: Noi siamo fantasmi Giapponesi.

Syu c'è un motivo particolare per il quale hai cambiato il tuo nome con la formazione dei BLACK LINE?

Syu: Il nome denka nei Dio era un nome amato non solo nel paese ma anche in tutto il mondo. Questo poteva creare equivoci, ho pensato che sarebbe stato un peccato portare questo amato nome nella nuova band e tenerlo tutto per me.Così ho pensato di voler lasciare il nome denka nel cuore di tutti per sempre, ed ho voluto cominciare con un nuovo sentimento ed un nuovo nome. Mikaru ha cominciato a parlare dell'inizio del nostro showtime, ed ecco il mio Syutime... (ride).

Mikaru: Si è trasformato in un vecchio uomo (ride).

Yudai: Ed è anche non l'inizio ma "la fine". (Nota: "Syu" se scritto con un certo kanji ha il significato di "fine").

Syu: Ha l'inizio e la fine al suo interno, come l'eternità che puoi vedere davanti a te.

La formazione dei BLACK LINE è stata annunciata nel Marzo 2011, ma avete iniziato la vostra attività nel mese di Dicembre. Quali preparativi avete fatto nel frattempo?

Yudai: Mikaru dormiva sempre.Era un demone che si è svegliato da un lungo sonno. Dopo la guerra mondiale ha combattuto nei Dio...

Syu: Ci ha impiegato circa due anni per guarire dalle ferite ricevute combattendo quella guerra mondiale. Quindi finchè non si è svegliato, noi tre abbiamo deciso di fare quello che abbiamo potuto, e siamo rimasti a scrivere canzoni.

Mikaru: Ho sentito la musica da dentro la bara, e mi ha svegliato.

Yudai: Ti stavamo aspettando.

Jun: E' stato traumatizzante.

Syu: E' stato incredibile dal momento in cui si è svegliato.

Yudai: (in Inglese) Ti ho sempre aspettato.

Qual'è il ruolo di ciascun membro all'interno della band?

Syu: Fondamentalmente sto prendendo il ruolo del leader, ma abbiamo alcuni furfanti nella band (ride), quindi sento la responsabilità di organizzare questa gang individualista. Quindi, sono il responsabile delle attività generali. Yudai è il compositore principale, si occupa delle parti musicali. Lui è come traboccante di nuove idee e fa sempre canzoni, ancora e ancora.

Yudai: Mi sono svegliato dopo 4000anni di sonno, quindi le idee non si fermeranno.

Syu: Mikaru si occupa del design, che esprime la visione del mondo dei BLACK LINE, e dipinge le sue interpretazioni dello stesso. Ha fatto tutto il design del nostro primo singolo, LEGNA. Ha riprodotto fedelmente la nostra musicalità. Ed il nostro bassista, Jun...beh, quando ci ritroviamo tutti insieme in un giorno importante e c'è qualcuno che dorme ed arriva in ritardo, lui ha l'importante missione di chiamarlo e svegliarlo.

Jun: Io sono la ragazza di tutti.

Yudai: Lui è una catgirl. La nostra ragazza manifesto.

Jun: Mi piace prendermi cura delle persone.

Mikaru: E' amato da tutti noi (ride).

Avete in programma un tour in Europa ed in altri paesi. Potete dirci perchè avete scelto il titolo HELLO WORLD BLACKERS?

Yudai: Come suggerisce il titolo, sembra che ci siano persone in tutto il mondo che vogliano incontrarci, quindi dovremmo andare a trovarli.

Syu: Ha il significato che i Blackers da tutto il mondo sono gli stessi. Siamo un grande circolo.

Jun: (usando le parole della canzone Aitakute Aitakute di Nishino Kana) "Voglio incontrarvi così tanto che sto tremando". Trasmette queste sensazioni.

Yudai: Non vedo l'ora!

Jun: Voglio che tutti diveniate sempre più emozionati e chiamate il mio nome.

Yudai: "Jun! Jun!"

Mikaru: Voglio che ci vediamo in modo sexy.

Quali sono i vostri obiettivi per questo primo tour?

Yudai:Beh, ci siamo svegliati per la prima volta da un po', quindi per essere in grado di dare il meglio ci piacerebbe ricevere un po' di energia da parte di tutti in tutto il mondo.

Jun: Ricevere energi da tutti da tutto il mondo, così potremo salire ad un livello superiore. Sarebbe bello se in questo ciclo di cose ci fosse un futuro per i BLACK LINE in tutto il mondo.

Syu: Stiamo andando verso il primo anno della nostra attivà ed a questo punto ci piacerebbe attraversare le frontiere e condividere la nostra esistenza e la nostra musica. I sentimenti che stiamo mettendo in questo tour sono molto forti.

Mikaru: Non vogliamo fermarci in Giappone. Vogliamo andare almeno una volta in un altro luogo. Stiamo iniziando dall'Europa questa volta, e ci sono alcuni paesi in cui non andremo questa volta. La prossima volta vorremmo vedere anche altri posti, non solo l'Europa ma, per esempio, il Nord America...

BLACK LINE: Si, ci vogliamo andare! Sud Africa, Australia, ovunque...

Syu: Vorremmo evitare il malinteso che BLACKERS Hello World non è solo limitato ai Blackers Europei.

Yudai: E' come il primo capitolo.

Syu: Un prologo che stiamo inviando alle persone di tutto il mondo.

Mikaru e Syu sono già stati all'estero prima. Come sentite il ritorno in una forma diversa?

Syu: Con la nuova band BLACK LINE, sto affrontando le attività con un cambio di atteggiamento, e non pensavo affatto in un primo momento che ci sarebbe stata la possibilità di andare all'estero con la band. Ad essere onesti, per prima cosa sono rimasto sorpreso. Comunque, poichè si tratta di una occasione rara e ci sono persone che stanno aspettando per le nostre attività in questa nuova band, non vedo l'ora di incontrare queste persone ancora una volta.

Mikaru: Dal momento che è la quinta volta per me, non sento più come se stessi andando in un posto lontano. Ci vuole lo stesso tempo ad andare in Europa con l'auto per andare in un angolo lontano del Giappone. Quindi il mondo è più piccolo di quanto si possa pensare. Mi sento come "Sono tornato". Ho fiducia nel sound di questa nuova band, e sono sicuro che le persone che sono venute ai nostri live apprezzeranno. Quindi non vedo l'ora di farlo.

Per Yudai e Jun è la prima volta all'estero. Quali sono le vostre aspettative e come vi state preparando al viaggio?

Yudai: Mi piacciono un sacco di gruppi stranieri, quindi sono davvero impaziente.

Quali band, per esempio?

Yudai: Mi piacciono molto, per esempio, Story of the Year e Linkin Park. E' una cosa emozionante potere andare all'estero in un gruppo Giapponese influenzato dalla musica oltreoceano.

Jun: Beh, ho sentito che ci sono molte ragazze carine, quindi è qualcosa in cui spero (ride). Sto bruciando.

Yudai: E lo abbiamo appena chiamato la nostra ragazza copertina (ride).

Syu: Dove stai bruciando?

Jun: Sono arrapato.

Syu: E ti stai preparando in qualche modo?

Jun: Bevo ogni giorno drink proteici, portando il mio corpo ad uno stato migliore.

Syu: Solo proteine?ci sono più cose che devi bere, giusto?

Jun: Viagra?

Syu: Oh!

BLACK LINE: (ridono)

Jun: Ho guardato programmi di viaggio in Europa in TV, come "viaggeremo in posti come questo", e quando li guardo la mia attenzione è catturata dagli scenari. Quindi, a parte le attività della band, mi piacerebbe godere anche di quelli.

Mikaru: Le strade delle città sono molto belle.

Yudai: C'è un altro particolare su Jun, un'arma su cui poter fare appello. L'ultima arma che noi tre non abbiamo: (in Inglese) lui ha i fianchi più grandi del mondo.

Syu: E' una sfida per tutti i Blacker del mondo.

Yudai: In un certo senso è l'arma più grande dei BLACK LINE.

Syu: Sopravviveranno questi fianchi fino alla fine del tour?

BLACK LINE: (ridono)

Yudai: Lui trascende il genere. Va oltre le frontiere ed il genere.

Jun: posso amare ogni tipo di essere umano.

Yudai: E' come Buddha Jun.

Jun: In ogni caso, se dovessi fare uno stage dive, prendetemi prima dal sedere.

Syu: Ha il culo più grande di quanto vi aspettiate, quindi per coloro che lo prenderanno, per favore non fatevi male.

Jun: Dovete essere preparati.

Mentre sarete in tour verrà rilasciato il vostro secondo singolo, BEATY & THE DEVIL. Potete dirci qualcosa di più al riguardo?

Yudai: Queste sono tutte canzoni nuovi. E' un secondo singolo creato con vendetta, quindi ha canzoni veloci, pesanti, che provengono da questo tipo di sensazione di disperazione e rabbia "terribile", ma anche dalla dolcezza che vi nasce. Ci sono espressioni di improvvisi sentimenti aldi quindi è diversa dalla prima uscita. Sarete in grado di vedere un nuovo mondo di BLACK LINE.

Syu: Pur non avendo molto tempo, abbiamo spinto noi stessi ed abbiamo creato queste canzoni per essere in grado di vedere qualcosa di nuovo. Sono canzoni che nessuno a parte i membri ha ancora sentito, quindi vorremmo avere alcune aspettative da voi.

Jun: Sentire come ci siamo evoluti.

Ancora non avete suonato queste canzoni dal vivo?

BLACK LINE: No, nessuna di queste. Per favore aspettatele.

Vorremmo testare la vostra conoscenza dei paesi d'oltreoceano. Per favore diteci un fatto o un pensiero che vi viene in mente riferito ad ogni paese che andrete a visitare.

Mikaru: Per i Paesi Bassi la marijuana.

BLACK LINE: Non si può dire! (ridono)

Yudai: L'Olanda ha Nether Gundam e la Russia ha Bolt Gundam.

Syu: Jean Reno è nato a Casablanca, no?Il Marocco ha una forte immagine di essere un paese con persone che hanno profonde tradizioni e cultura.

Jun: Ci vediamo a Casablanca!

BLACK LINE: E' nel continente Africano, molto interessante. E' come se avessimo attaversato un confine continentale senza accorgercene. E' un posto dove non siamo mai stati.

Syu: E' un territorio inesplorato per noi, ma se guardiamo su Facebook o Twitter, è come se i fan dal Marocco ci stessero aspettando, quindi...

Yudai: Ci piacerebbe andare li per far loro ascoltare il nostro heavy rock Giapponese.

Syu: Quindi per favore aspettateci, non vediamo l'ora.

Jun: La prossima è la Francia, mi piacciono i film Francesi. Per esempio "Taxi"-ho visto il quarto. Mi piace il film ma anche le strade che vengono mostrate in esso sono belle, e le persone sembrano più emotive dei Giapponesi. C'è questa immagine di... "oh!soir!" (la band cerca di parlare Francese). Mi piaceremme essere toccato da questi cuori caldi.

Yudai: E ci sono i Pleymo! mi piacciono.

Jun: Poi la Germania. Salsicce?

Syu: Beh lui (indica Jun) ha anche una salsiccia speciale.

Yudai: Salsiccia Giapponese contro Salsiccia Tedesca: un confronto che attraversa le generazioni (ride).

Syu: Sentivo come se i fan Tedeschi del J-rock capissero il modo in cui i fan Giapponesi si comportano bene ai concerti. Quindi a volte durante un live ho l'impressione di essere tornato in Giappone. Ho l'impressione che comprendano il Giappone così bene. E c'è anche Kai Hansen.

Yudai: Metal Tedesco.

Jun: La Finlandia è il paese con il miglior trattamento dei cittadini nel mondo. Quindi penso che in un paese dove i cittadini vengono trattati bene, probabilmente ognuno è buono. Ho sentito dire che una donna che non può lavorare ed è rimasta incinta ha ricevuto l'80% del supporto (dal governo). Sono invidioso al punto da voler migrare li.

BLACK LINE: Wow, impressionante. Ben fatto, re di Wikipedia.

Syu: Ho l'immagine di molti Giapponesi che ci vivono, abbiamo avuto il traduttore Giapponese quando ci siamo andati.

Mikaru: E si può mangiare carne di renna.

Syu: Mi piacciono i Sonata Arctica. Inoltre lo standard di vita è alto. Puoi sentirlo anche solo guardando le strade.

Yudai: Cosa posso dire della Finlandia... (guarda Wikipedia dal suo smartphone).

Jun: Non basta guardare! (ride)

Yudai: Nel 1917, durante la rivoluzione Russa...

BLACK LINE: Questo è ingiusto. Non puoi farlo (ridono).

Yudai: Polonia. C'è stata una partita Giappone vs Polonia l'altro giorno.

BLACK LINE: Il patto di Varsavia.

Syu: Questo viene da un'esperienza, il calore della folla è incredibile. Anche se il luogo in cui abbiamo suonato non era troppo grande...erano quel tipo di persone che se ti prendevano non ti lasciavano andare. C'erano lottatori professionisti-si buttavano, andavano avanti e si lasciavano prendere da altre persone senza andare sul palco, mentre altri erano pressati tipo "ancora un po'!ancora un po'!" Ognuno era molto emotivo e potevo sentire la loro passione.

Yudai: Paesi Bassi. Mulini a vento!

Mikaru: Era tranquillo. La città era molto tranquilla.

Jun: Vivo a Tokyo, ma mi piacciono i posti tranquilli. E' possibile calmarsi.

Yudai: Il loro prefisso è 31.

BLACK LINE: Smettila di guardare le cose! (ridono)

Jun: In Russia c'è 007. "Dalla Russia con amore".

BLACK LINE: Zangief (un personaggio di Street Fighter)! Bolt Gundam.

Syu: A Mosca potrete certamente vedere la danza Cosacca di Mikaru, quindi per favore aspettate.

BLACK LINE: Ma è freddo. E c'è la vodka! Potremo bere alcool caldo. Potremmo anche morirci.

Jun: Dovrebbe essere freddo, ma è per questo che ci si riscalda con il calore.

Syu...e probabilmente potrete sentire le sue freddure che trascendono la freddezza.

Jun: Sto aspettando con impazienza il cibo da tutti i paesi.

Infine, per favore lasciate ai nostri lettori un messaggio prima del tour?

Jun: L'ho già detto nel video sul nostro sito ufficiale, ma io non parlo Inglese o altre lingue di altri paesi. Anche se le mie parole non arrivano, c'è qualcosa che può essere trasmesso attraverso la musica. Quindi durante i concerti, trasmettetemi qualcosa con le vostre emozioni. Animeremo al massimo le sedi, chiedoil vostro supporto.

Mikaru: Sono passati tre anni da quando vi ho incontrati, e nonostante ciò, ci sono persone che aspettano, persone che aspettano questo tour e questo mi rende felice. Siamo in tour con questa nuova band, BLACK LINE, e penso che vi porteremo uno spettacolo migliore della volta scorsa. Quindi voglio farvi perdere il fiato, quasi fino a svenire, ed essere toccati da noi. Per favore aspettateci.

Syu: Cari lettori di JaME, non vediamo l'ora di incontrarvi. Nelle tre settimane e 12 spettacoli ci sarà un programma un po' stretto ma vi promettiamo che ci impegneremo per fare di ogni data un grande spettacolo. Vi amo.

Yudai: Noi quattro stiamo iniziando il nostro viaggio in un mondo sconosciuto. Cosa pensate quando sentite il rock emotivo dato alla luce dalla natura Giapponese? Sentite questo, ci evolveremo e voi vi evolverete, e sarebbe bello se fosse possibile creare un impero BLACK LINE da adesso in tutto il mondo. Vi amiamo. Vi aspettiamo.

JaME vuole ringraziare i BLACK LINE e la Torpedo Productions per l'opportunità di questa intervista. Un grazie speciale a Chiyomi, Nathalie e Vanessa.
oggetti collegati
artisti collegati
commenti
blog comments powered by Disqus
annunci